Il ruolo della mensa scolastica

(0 Voti)

E’ di primaria importanza nella ristorazione scolastica, mantenere un elevato livello qualitativo dei pasti, oltre che dal punto di vista nutrizionale anche da quello sensoriale, nel rispetto ovviamente dei principi di sicurezza alimentare.

Ma la ristorazione scolastica non deve essere vista esclusivamente come soddisfacimento dei fabbisogni nutrizionali, deve essere infatti considerata un importante momento di educazione alimentare e promozione della salute dei bambini, che coinvolga attivamente anche docenti e genitori.

Il pasto in mensa è un momento quindi di educazione al gusto che deve abituare i bambini a nuove e diversificate esperienze per superare la monotonia che spesso caratterizza la loro alimentazione. Occorre che essi siano stimolati ad assaggiare e a ripetere l’assaggio anche quando non gradiscono immediatamente il nuovo piatto.

Importante è anche far coesistere una valorizzazione culturale delle varietà e delle differenze senza per questo dimenticarsi il legame con le tradizioni locali.  Per questo è necessario prevedere nei menù i piatti tipici del territorio di appartenenza, ma allo stesso tempo la refezione scolastica deve rappresentare un’occasione di conoscenza ed incontro con culture diverse, proponendo piatti etnici caratteristici di popolazioni che frequentano la scuola italiana. Vipa catering tiene sempre in considerazione questi aspetti proponendo menù con proposte molto varie, dal couscous con le verdure, alla polenta di mais sponcio con lo skiz.

Non dimentichiamoci che, infine, il pranzo consumato a scuola, assume anche valenze relazionali importanti: consumare un pasto in comunità non significa condividere solo un cibo ma, piuttosto utilizzarlo come occasione di socializzazione.

Bibliografia:
-    “Il valore nutrizionale ed educativo della ristorazione scolastica” -  S.I.A.N. Ausl di Modena;
-    “Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica” – Ministero della salute.

Etichettato sotto :